Per catturare l’attenzione di un pubblico occorre conoscerne gli interessi: rivolgersi ad un consumatore LGBT significa quindi intercettarne i gusti e il bisogno di rappresentazione. Ecco perché saper proporre al target una creatività appropriata è fondamento di una comunicazione di successo (76 consumatori LGBT su 100 preferiscono acquistare brand con immagine “friendly”).

Che si tratti di creatività per un banner pubblicitario da pianificare su Gay.it, o di un progetto di comunicazione coordinata, o di un’azione virale o di marketing non convenzionale, in Com.Ma utilizziamo un linguaggio che conosciamo bene, aggirando pericolosi stereotipi o campagne scandalistiche in cui la maggioranza dei gay non si riconosce.