COM.MA – Community Marketing | Spagna: il 2009 conferma l’importanza del turismo gay

Spagna: il 2009 conferma l’importanza del turismo gay

3 settembre 2009

SPAGNA: UN BUSINESS TURISMO GAY, SPENDONO IL 30% DI PIU’ (ANSA) – MADRID, 1 SET – E’ un business sempre piu’ ricercato e lucroso in Spagna quello del turismo gay, secondo uno studio di Turespana, l’istituto del turismo iberico, di cui riferisce l’edizione elettronica di El Mundo. Il turista omosessuale spende in media il 30% piu’ degli altri turisti, con una media di circa 130 euro al giorno. La Spagna e’ uno dei Paesi leader per il turismo omosessuale, con formule ‘sol y playa’ (sole e spiaggia) nelle Canarie, a Ibiza, Sitges, Benidorm o Torremolinos, o grazie al fascino esercitato da alcune sue grandi citta’ storiche come Madrid, Barcellona, Valencia, Siviglia, Bilbao. Diversi tour operator spagnoli si sono specializzati nel ‘turismo gay’. Secondo lo studio, il maggior numero di turisti omosessuali stranieri in Spagna proviene da Usa, Regno Unito e Germania. Turespana stima che la spesa maggiore dei turisti gay non sia dovuta a maggiori risorse ma al fatto che, avendo generalmente meno responsabilita’ familiari, possano spendere di piu’ in viaggi, vita notturna, acquisti di moda, tecnologia, cure estetiche e salute. (ANSA). CEF 01-SET-09 14:46 NNN

1 Commento

il Spagna: il 2009 conferma l’importanza del turismo gay.
  1. zamparini
    |

    grazie per questa notizia – vivo all’estero da molti anni e sto osservando come i gay europei e usa stiano boicottando di fatto l’italia come meta turistica e vanno in vacanza in spagna – a noi ci rimangono i pellegrini che vanno a san pietro e da quello che sembra, stanno diminuendo anche loro… magari cominciano ad aver paura della puzza dei roghi?

    ciao,
    gabriele zamparini
    http://zamparini.wordpress.com/

Lascia un commento

Il tuo feedback è importante per noi. La tua e-mail resterò privata.